IMG-20191106-WA0006

COPPA FINITA

Duello alla pari col Città di Massa: Imolese esce a testa alta.

Massa, 6 novembre 2019 – Sono i colpi di scena a fare da leimotiv nella gara fra Città di Massa e Imolese: rigori, espulsioni, tiri liberi, che, infine, fanno pendere l’ago della bilancia verso i padroni di casa. I rossoblu escono dalla Coppa della Divisione, colpiti al cuore dal pesante rosso a Foglia, ma rinfrancati dalle emergenti giovanissime leve. I toscani passano il turno, con uno score che conta due rigori realizzati e un solo goal, quello di scarto, su azione. Entrambe giocano aperte, scambiandosi i ruoli fra attacco e difesa e mantenendo uno stato di equilibrio in campo. Al 13’ arriva la prima rete: fallo di mano, Manfredi s’incarica del rigore e non sbaglia. L’Imolese rimane opaca: l’afflato coraggioso della fase offensiva si esaurisce sempre alle soglie dell’area. E’ l’ingresso, al 16’, del 2002 Pieri a portare uno spiraglio di luce: assist di Castagna davanti alla porta, Pieri è tempestivo nel mettere sul primo palo. Sullo scadere, la traversa colpita in pieno dai locali è presagio di un secondo tempo dall’esito incerto. I rossoblu della ripresa intensificano da subito le ostilità, trovando, dopo un minuto, il raddoppio: Imolese tutta in avanti, Castagna, da fermo, insacca con un centrale basso. Passa poco, troppo poco: Foglia viene espulso per fallo di mano e Garrote, al 2’, non manca l’appuntamento col rigore numero due. L’Imolese non si ferma e non si piega: arriva a cinque falli all’8’ e, schierati in toto i propri giovanissimi, mette sotto pressione la difesa locale. I rossoblu rischiano, incappando in falli potenzialmente letali e incantando con giocate a cui manca solo il suggello del goal. Vittori, di fronte agli attacchi ospiti, para colpo su colpo, inclusi i tiri liberi per sesto e settimo fallo, calciati da Lari e Garrote al 10’ e 15’. Non può nulla, peró, sul contropiede di Piercivalle del 14’. Il Città di Massa, arrivato anch’esso a cinque falli, arretra, mentre i rossoblu si lanciano col portiere di movimento. Al 19’ Ussi viene espulso: Pica Pau s’incarica del tiro libero, ma spara fuori. Se il Città di Massa esulta davanti ai propri tifosi, è difficile per l’Imolese trovare consolazione: gli episodi premiano l’una e tradiscono l’altra.

CITTA’ DI MASSA – IMOLESE CALCIO 1919 : 3 – 2
CITTA’ DI MASSA: Fubiani, Quintin, Manfredi, Ussi, Borges, Garrote, Berti, Perciavalle, Dodaro, Bertoldi, Cattani, Lari. All. Garzelli.
IMOLESE: Vittori, Pieri, Vignoli, Paganini, Castagna, Foglia, Liberti, Pica Pau, Butturini, Ansaloni, Radesco, Paciaroni. All. Bottacini.
ARBITRI: Scarafia di Casale Monferrato e Pasquino di Nichelino; cronometrista, Scarfone di Genova.
RETI: p.t. 13’43” Manfredi (C), 16’00” Pieri (I); s.t. 1’32” Castagna (I), 2’38” Garrote (C), 13’59” Perciavalle (C).
AMMONITI: Paganini, Pica Pau, Quintin, Ussi, Pieri, Ansaloni.
ESPULSI: Foglia, Ussi.

Prossimo turno – campionato (Imola, 09/11 ore 17.00): IMOLESE CALCIO 1919 – FUTSAL PISTOIA GISINTI MONTECATINI

Stefania Avoni
Ufficio Sampa Imolese Calcio 1919

Leave a comment